PageaNotizie


12.07.2018

NUOVO REGOLAMENTO MOCA

Con la presente vi ricordiamo che a partire dal 2 aprile 2017 è entrato in vigore il D.Lgs.29/2017, che stabilisce la disciplina sanzionatoria in materia di MOCA: questo nuovo decreto definisce in modo più dettagliato le violazioni e le rispettive sanzioni rispetto alle principali disposizioni europee in materia di materiali o oggetti destinati al contato alimentare.

COSA SONO I MOCA
Per “materiali a contatto con gli alimenti” (MOCA) si intendono tutti i materiali e gli oggetti destinati a venire a contatto con gli alimenti, come imballaggi, contenitori, attrezzi da cucina, o macchinari per la trasformazione.
Tutti i materiali possono essere fonte potenziale di contaminazione degli alimenti posti in contatto con essi. Il grado di contaminazione dipende da molti fattori combinati (es. natura e composizione del materiale, natura e composizione dell’alimento, superficie di contatto, tempo di contatto, temperatura di contatto).
 
A CHI SI RIVOLGE IL REGOLAMENTO
Il regolamento è rivolto a tutte quelle aziende che sono coinvolte nella produzione, trasformazione, deposito o distribuzione di oggetti destinati a venire a contatto con alimenti; tra i materiali si annoverano anche quelli utilizzati nelle attrezzature per le lavorazioni alimentari, come macchine del caffè o macchine da produzione.
 
COSA DEVE FARE L’AZIENDA
1- Una delle novità più rilevanti introdotta dal nuovo decreto è l’obbligo da parte delle aziende di predisporre una comunicazione da inviare alle autorità territoriali competenti, indicando tutte le tipologie di MOCA che vengono trattate dall'impresa, oltre tutte le specifiche tipologie di materiale
prodotto/trasformato/depositato o distribuito dall'impresa (es. lamine di acciaio, lamine di alluminio, cartoni per pizza, pentole in acciaio inox, macchine per caffè, vaschette di plastica, piatti monouso, posate in plastica, pentole teflonate, guarnizioni in plastica ecc.).
 
2- Inoltre i materiali e gli oggetti destinati al contato alimentare devono essere corredati da una dichiarazione di conformità, messa a disposizione dall’azienda alla Autorità competente, in cui si evidenziano le specifiche tecniche di quella sostanza indicandone:

  • la normativa di riferimento;
  • l’identità del produttore;
  • l’identità dell’importatore;
  • il tipo di materiale;
  • i limiti d’uso dello stesso.

3- Ogni azienda che produce, trasforma, stocca o trasporta materiali destinati al contatto con alimenti deve provvedere alla redazione del piano di autocontrollo HACCP, per valutare e controllare i rischi connessi all’attività svolta.

Pageambiente S.r.l. può supportarvi nell’adempimenti degli obblighi normativi sopra specificati.

Per visualizzare l'articolo di PAGEAMBIENTE S.r.l. pubblicato sul sito WWW.NEWSRIMINI.IT cliccare sul seguente link: www.newsrimini.it
 
Per richiedere informazione potete contattare Pageambiente Srl. al seguente n. 0541/791050 oppure via email a info@pageambiente.it
    

Guarda tutte le notizie